Vallimpiadi 4x4

Alla scoperta in fuoristrada delle Valli del Natisone e dello Judrio, territori incontaminati solcati da corsi d’acqua limpidissima. Bellissime zone ai confini tra Slovenia e Italia, famose anche per le tristi e tragiche pagine della prima guerra mondiale.

La “Off-road Valleys”, alla sua prima edizione, nata da un’idea dell'associazione “Vallimpiadi” in sinergia con il G.F.I. Alpe Adria, ha ampiamente raggiunto l'obiettivo di far vedere le bellezze delle Valli del Natisone agli appassionati di fuoristrada intervenuti domenica 16 agosto alla manifestazione. L'evento, organizzato in concomitanza con la sagra paesana di San Rocco, ha visto una ventina di 4x4 partire da San Leonardo (UD) inerpicandosi lungo piste forestali della zona accuratamente ripulite per l'occasione dalle ingombranti vegetazioni grazie ad un certosino lavoro in sinergia tra la stesse organizzazioni e alcune comunità lavorative locali. I percorsi non si presentavano estremamente difficili e questo ha reso più godibili i panorami che si affacciano a fianco dei tracciati forestali. Per individuare il percorso non vi era il tradizionale road-book ma si è ritornati al sempre piacevole giro guidato, cioè fatto da un apripista cui tutti dovevano seguire, magari con l’ausilio degli apparati cb in caso di dubbi o rallentamenti. Una prima sosta ristoro con gli immancabili “strucchi” e la “gubana”, dolce tipico delle Valli del Natisone, era programmata nell’abitato di Tribil inferiore ed era stata accuratamente preparata dalla locale Pro Loco di Stregna cui appartiene la frazione. Quindi, il percorso intraprendeva una lunghissima pista forestale che solo alcuni giorni prima era totalmente impraticabile perché invasa da rovi ed erbe infestanti. Il percorso raggiungeva, per l’ora di pranzo, la località di Solarie che, ai tempi della “cortina di ferro”, fungeva da linea di demarcazione tra Italia e l’allora Jugoslavia, ora una normale strada di comunicazione liberamente aperta al traffico. Un semplice momento di ristoro e il programma proseguiva con la visita al Kolovrat, la montagna solcata da anguste linee di trincea che divenne famosa perché da lì irruppero le truppe austro-ungariche, guidate da un giovane tenente di nome Rommel, nel momento della “disfatta di Caporetto”, uno dei momenti più tragici della prima guerra mondiale. Il Kolovrat ha rappresentato il giro di boa per il tour in 4x4 che, nel pomeriggio, ha fatto rientro a San Leonardo percorrendo un’altra lunga pista forestale. La manifestazione si concludeva, quindi, nuovamente nella zona della sagra di San Rocco e, grazie ai positivi commenti dei partecipanti ed alla soddisfazione generale degli organizzatori, già si scruta l’orizzonte per la prossima edizione 2016, sempre a metà agosto.

g.f.i. 4x4

INDIRIZZO: (ADDRESS:)
G.F.I. ALPE ADRIA off road
via Zumin 13
34072 Gradisca d’Isonzo (GO)
Italia
FAX: +39 0481 960 860
TELEFONO: (TELEPHONE:) +39 347 5384222
info@gfi4x4.it
Powered by Webnode